A seguito del percorso formativo di Alternanza Scuola lavoro all’estero proposto dalla scuola, ho avuto la fortuna di partecipare a questa esperienza a Giugno 2018. Io insieme ad altri 5 ragazzi di terza e 6 ragazzi di quarta informatico, della nostra scuola, siamo stati selezionati per questo Erasmus di un mese a Dublino. Questo nostro percorso di formazione/selezione è durato praticamente tutto l’anno scolastico: inizialmente il collegio docenti ha selezionato i ragazzi che avevano inviato la candidatura e successivamente è iniziato il nostro percorso di preparazione in vista della certificazione B1 in lingua inglese, richiesta per la partenza. L’esame lo abbiamo sostenuto in una mattinata scolastica il 30 Aprile: esso era composto di 4 prove: listening, reading, writing e speaking. Al termine delle correzioni abbiamo finalmente ottenuto i risultati e quelli che avevano passato l’esame sarebbero potuti partire, insieme ai due prof accompagnatori.

Siamo partiti il 30 Maggio alla mattina molto presto, con un pullman dal parcheggio della nostra a scuola; c’era molta emozione tra di noi perché per molti, come anche per me, era la prima volta in assoluto all’estero e anche la prima volta su un aereo… Raggiunto finalmente l’aeroporto di Bergamo (Orio al Serio), siamo riusciti a partire verso Dublino, dopo i vari controlli di routine. Il volo è stato molto bello e la stessa cosa vale per il primo impatto con la città e con i ragazzi dell’agenzia che ci hanno accolto e con cui avremmo lavorato durante quel mese. Dopo averci diviso in coppie/terzetti a seconda della disponibilità, siamo stati accompagnati alle nostre “host family” con le quali avremmo dovuto convivere per tutta la durata dell’esperienza.

Le nostre “host mother”, alle quali facevamo riferimento e le loro famiglie si sono dimostrate subito molto accoglienti e disponibili. Ci hanno subito presentato la città e introdotto alla “vita irlandese”, fornendoci dei consigli su negozi/locali/attrazioni turistiche e orari del pullman. Durante quel mese la famiglia nella quale eravamo io ed un mio compagno ci ha lasciato molta libertà, facendoci sentir liberi di scegliere di far quello che volevamo. I pasti (colazione, pranzo e cena) potevamo farli in famiglia oppure fuori, come volevamo a seconda dei nostri impegni di gruppo e con l’agenzia. I mezzi pubblici sono stati fondamentali per muoverci, sono super efficienti e sempre in orario (dalle 6.00 AM alle 3.00AM tutti i giorni, ogni 15/25m a seconda della tratta), inoltre essi coprono lunghissime distanze in modo da consentirci di visitare più posti possibili. Noi avevamo un abbonamento settimanale illimitato, fornitoci dall’agenzia, con il quale potevamo viaggiare su qualsiasi trasporto pubblico (treni, dart, metro, autobus) e questa cosa ci è stata molto utile. Io e il mio compagno eravamo quelli che abitavano più distanti da Dublino centro, rispetto agli altri del nostro gruppo e ai prof… infatti abitavamo in una villetta a Swords, una città molto verdeggiante a poche miglia a Nord da Dublino (1 ora di autobus alla mattina con traffico).

SEDE CENTRALE DI GOOGLE IR
TIPICO PUB WINE & SPIRITS

Durante la mattinata da lunedì a venerdì eravamo impegnati a lezione, durante le prime due settimane e durante le ultime due settimane siamo stati coinvolti in dei progetti lavorativi per conto dell’agenzia. Il pranzo era quasi sempre libero o al sacco e durante il pomeriggio avevamo calendarizzate delle visite turistiche o escursioni, organizzate dall’agenzia o dai nostri due prof accompagnatori. Non tutti i pomeriggi però, le attività variavano a seconda delle decisioni dei nostri prof, esse potevano occupare anche la cena oppure il dopo cena; anche se durante questi 30 giorni abbiamo avuto anche moltissimi momenti liberi (generalmente il week-end), da poter passare con le nostre famiglie oppure per conto nostro con i nostri amici.

PHOENIX PARK

Grazie alle escursioni e alle gite organizzate dai nostri prof abbiamo avuto l’opportunità di visitare i luoghi di interesse pubblico più famosi e conosciuti del nord-est Irlanda (zone vicino a Dublino), come: Phoenix Park, The Spire, Howth, Malahide, Temple Bar, The Guinness Storehouse, The Book of Kells, National Museum of Ireland, La sede centrale di Google, Facebook e Twitter, Kilmainham Gaol, Papal Cross e altri ancora…

Consiglio vivamente questa esperienza a tutti coloro che ne avranno la fortuna e la possibilità, per conoscere nuovi posti, culture e realtà lavorative. Grazie a questo viaggio ho arricchito sicuramente il mio bagaglio storico, culturale e la mia conoscenza della lingua inglese.

Per altre immagini dell’esperienza e delle varie escursioni, clicca qui.


Filippo Fontanesi

Sono uno studente del 5°anno di Informatica all' IIS Blaise Pascal a Reggio Emilia. Ho 19 anni e nel tempo libero gioco a basket, alleno e faccio siti web.

Translate »